Il Forum del riso: rimettere i dazi ai PMA - Ente Nazionale Risi

archivio notizie - Ente Nazionale Risi

Il Forum del riso: rimettere i dazi ai PMA

 
Il Forum del  riso: rimettere i dazi ai PMA

Ad un anno dal primo forum sul riso dell’UE, martedì 23 gennaio l’Ente Nazionale Risi ha organizzato un incontro a Bruxelles tra i risicoltori, i trasformatori e i rappresentanti ministeriali degli otto paesi produttori per un confronto aperto sul settore.

Ente Risi ha illustrato agli intervenuti le conseguenze della agevolazioni daziarie che hanno determinato nella Unione europea una riduzione del 42% della superficie investita a riso indica.

Il dott. Felice Assenza del MIPAAF, intervenuto nella sessione pomeridiana, nel ricordare ai presenti l’impegno del ministero italiano nella crisi del riso e auspicando che il settore continui a manifestare coesione, ha raccolto dai presenti l’importanza di procedere nella richiesta della clausola di salvaguardia, della modifica dell’art. 29 del regolamento (UE) n. 978/2012, che venga considerata in modo davvero incisivo la specificità del riso nei negoziati internazionali e che tale specificità rientri nella futura programmazione della PAC, che esista una efficace reciprocità di regole  nell'utilizzo dei prodotti fitosanitari, la necessità che venga considerata l'importanza dell'indicazione sull'origine del prodotto, che vengano predisposte misure eccezionali a sostegno del settore in crisi, che venga istituito un plafond specifico per il riso nell'ambito della promozione.

All’incontro è intervenuto il Segretario generale del Copa-Cogeca Pekka Pesonen il quale nel ringraziare per l’organizzazione dell’evento si è detto disponibile ad approfondire i temi trattati.

Nel pomeriggio gli argomenti trattati nella mattinata sono stati esposti agli europarlamentari intervenuti. Per l’Italia hanno partecipato De Castro, Beghin, Ciocca, Cicu, Cirio e gli assistenti dell’on. Comi, Bizzotto e Salvini; i quali nel condividere le problematiche presentate, hanno manifestato la volontà di fare un gioco di squadra indipendentemente dagli schieramenti politici di ognuno.

Pubblicato il 
Aggiornato il