Autorizzazioni per situazioni di emergenza fitosanitaria (art. 53 Reg. 1107/2009) - Ente Nazionale Risi

archivio notizie - Ente Nazionale Risi

Autorizzazioni per situazioni di emergenza fitosanitaria (art. 53 Reg. 1107/2009)

 
Autorizzazioni per situazioni di emergenza fitosanitaria (art. 53 Reg. 1107/2009)

Grazie alle richieste dei portatori d’interesse con le quali è stato proposto di attivare le procedure d’urgenza per l’estensione d’impiego dei prodotti fitosanitari, gli esperti operanti nell’ambito della Sezione consultiva per i Fitosanitari di cui al D.M. del 30 marzo 2016, hanno emanato i decreti dirigenziali che autorizzano l’estensione d’impiego per situazione di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art.53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n.1107/2009 per un periodo di 120 giorni per i seguenti prodotti:

KINTO, a base delle sostanze attive procloraz triticonazolo. Autorizzato con decreto dirigenziale del 12 gennaio 2018 all’impiego in concia su riso per combattere il Fusarium spp. dal 12 gennaio 2018 all’11 di maggio 2018, si ricorda che tale prodotto è ad uso esclusivo delle ditte sementiere.

CENTURION 240 EC, a base della sostanza attiva cletodim, autorizzato con decreto dirigenziale del 23 gennaio 2018 per l’utilizzo su riso per il controllo delle infestanti come riso crodo, giavone, panicum e leptochloa in pre-semina nella semina in acqua. L’utilizzo sarà consentito dal 23 gennaio 2018 al 22 di maggio 2018 e deve essere applicato su risaia asciutta è destinato ad essere utilizzato una sola volta a stagione almeno 3 giorni prima della semina.

DEVRINOL F, a base della sostanza attiva napropamide, per il controllo delle infestanti in pre-emergenza in riso con semina in asciutta per il controllo di giavoni, alisme ed eterantere. Il decreto dirigenziale del 2 febbraio 2018 ha autorizzato l’impiego del prodotto per 120 giorni dal 2 febbraio 2018 al 1° di giugno 2018.

Il prodotto a differenza dell’autorizzazione dello scorso anno è utilizzabile solamente nella coltivazione del riso seminato in asciutta intervenendo in pre-emergenza della coltura e delle infestanti su terreno preferibilmente umido, provvedendo a una irrigazione se non sopravviene pioggia entro 7-10 giorni dal trattamento.

Dopo queste estensioni d’impiego, la filiera attende di conoscere il verdetto sulla possibilità di ottenere l’autorizzazione in situazione di emergenza fitosanitaria per le fondamentali sostanze attive propanile, pretilachlor e quinclorac.

 

IN ALLEGATO I DECRETI E LE ETICHETTE

 

 

 

Pubblicato il 
Aggiornato il