Spiraglio per l'aiuto al seme - Ente Nazionale Risi

archivio notizie - Ente Nazionale Risi

Spiraglio per l'aiuto al seme

 
Spiraglio per l'aiuto al seme

Il Ministero delle politiche agricole ha risposto al presidente dell'Ente Risi che chiedeva di riammettere i produttori di riso da seme all'aiuto accoppiato. Secondo il Mipaaf è «in via di soluzione il problema dell’aiuto accoppiato riso anche alle superfici legate ad un contratto di moltiplicazione a seguito di una nota interpretativa inviata dal MIPAAF ad AGEA». Il presidente dell'Ente Risi Paolo Carrà prende atto con soddisfazione che il governo ha riconosciuto le argomentazioni dell'Ente e attende un provvedimento formale che chiuda la vicenda. L’Ente Risi si era opposto con una lettera alla decisione di non ammettere più al pagamento accoppiato (PAC 2018) le coltivazioni di riso soggette a contratto di moltiplicazione, sostenendo che «non si condividono né le ragioni tecnico/giuridiche poste alla base di una simile decisione, né la tempistica d’assunzione del provvedimento, che è stato reso noto a sottoscrizione già avvenuta dei contratti di moltiplicazione».