Mogherini: la Cambogia potrebbe perdere lo status di Pma - Ente Nazionale Risi

archivio notizie - Ente Nazionale Risi

Mogherini: la Cambogia potrebbe perdere lo status di Pma

 
Mogherini: la Cambogia potrebbe perdere lo status di Pma

L'Europa potrebbe revocare l'accesso della Cambogia al sistema di preferenze generalizzate che consente al Paese l'export a dazio zero nell'Ue del proprio riso. La ragione per cui potrebbe essere revocato lo status di Pma è il mancato rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali riscontrata dall'Ue nel Paese asiatico. Tale rispetto, ha osservato la vicepresidente della Commissione europea Federica Mogherini intervenendo a nome della commissione il 26 aprile, «è parte della politica commerciale dell'Ue e sostiene il fondamento giuridico delle nostre preferenze commerciali. I servizi della Commissione, in collaborazione con il Servizio europeo per l'azione esterna, stanno monitorando la situazione in Cambogia per garantire che le condizioni del regolamento Ue n.978/2012 relativo al sistema di preferenze generalizzate (SPG) vengano soddisfatte». Una spedizione per tale monitoraggio è prevista entro l'anno. L'Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza ha ricordato di aver biasimato lo scioglimento forzato del Partito per la salvezza nazionale della Cambogia - «arbitrariamente escluso» dalle elezioni - e ha annunciato di aver già deciso di sospendere gli aiuti europei al comitato nazionale delle elezioni cambogiane del 12 dicembre 2017. L'Ente Nazionale Risi ha rivelato nei mesi scorsi che secondo un rapporto ufficiale le esportazioni cambogiane verso l’Unione europea sono all’origine di violazioni dei diritti umani, sottolineando come in risposta a tali violazioni la Commissione europea non abbia attivato la revoca temporanea dei regimi di preferenza commerciale, ma anzi l'Ue abbia intensificato la cooperazione allo sviluppo con il paese, con particolare attenzione alla riforma del settore fondiario del paese. Il rapporto citato è quello della Development Solutions dal titolo “Mid–Term Evaluation of rhe EU’s Generalised Scheme of Preferences (GSP) Final Interim Report" ed è pubblicato sul sito della Commissione.