Carrà: il Governo si é mobilitato, ora la clausola - Ente Nazionale Risi

archivio notizie - Ente Nazionale Risi

Carrà: il Governo si é mobilitato, ora la clausola

 
Carrà: il Governo si é mobilitato, ora la clausola

L'annuncio del Ministro dell'interno a Torino mostra che il Governo italiano si pone seriamente il problema delle importazioni di riso asiatico a dazio zero:

«Per tutta la filiera del riso italiano è una buona notizia - commenta Paolo Carrà, Presidente dell'Ente Nazionale Risi - perché per anni abbiamo subito una concorrenza sleale in casa nostra, vedendo crollare i nostri prezzi ed esplodere importazioni di riso da Paesi Meno Avanzati che, diversamente dai presupposti della cooperazione, non destinavano i ricavi a migliorare le condizioni di vita dei contadini ma arricchivano trader, industria e finanza. Per anni, come abbiamo dimostrato con due forum europei sul riso, promossi insieme a Confagricoltura, Coldiretti, Cia, Cooperative ed Airi, il settore è stato sacrificato dalla Commissione europea, che ha preso atto solo di recente della crisi e tuttora tergiversa sulla clausola di salvaguardia».

Guardando all'immediato futuro, Carrà esorta l'Italia a fare gioco di squadra «come dice il Ministro Centinaio» e conferma la compattezza dei produttori italiani ed europei: «Tutti i rappresentanti degli agricoltori e dell'industria - e dico tutti - chiedono la clausola di salvaguardia sull'import dai PMA, la chiedono subito. Le importazioni da quei paesi, infatti, stanno tornando a crescere in queste ore, con un incremento in maggio del due per cento.».