Superficie a risone biologico 2018 - Ente Nazionale Risi

archivio notizie - Ente Nazionale Risi

Superficie a risone biologico 2018

 
Superficie a risone biologico 2018

A partire da quest'anno, le denunce di superficie riportano una indicazione esplicita del metodo di coltivazione - convenzionale, biologico, in conversione - come prevede il decreto ministeriale recentemente emanato. Stando alle denunce presentate finora, la superficie investita a riso biologico in Italia ammonta a 9.191 ettari mentre quella investita a riso in conversione ad agricoltura biologica a 1.703 ettari. Si tratta di dati più bassi di quelli che ci si potrebbe attendere confrontando le denunce con le statistiche del Sinab (Sistema d’Informazione Nazionale sull’Agricoltura Biologica) relative al 2016, che descrivono una risicoltura biologica (e in conversione) di 16.000 ettari complessivi a livello nazionale. Questa discordanza può essere motivata dalla mancanza di alcune centinaia di denunce di superficie in quanto alcuni produttori di risone biologico, che hanno presentato la denuncia di superficie prima dell’entrata in vigore del D.M. 18 luglio 2018 (6 settembre 2018), che prevede l’obbligo di distinguere le superfici seminate come biologiche o in conversione ad agricoltura biologica da quelle seminate in modo convenzionale, non hanno effettuato tale distinzione. Anche per questa ragione, l'Ente Risi invita i risicoltori che non hanno ancora adempiuto l'obbligo di presentazione della denuncia di superficie a farlo il più presto possibile, indicando, nel caso siano produttori di risone biologico, l'Organismo di Controllo e distinguendo le superfici biologiche da quelle in conversione all'agricoltura biologica e da quelle convenzionali, come previsto dal D.M. 18 luglio 2018 (entrato in vigore il 6 settembre 2018).   

 

 

 

 

 

Pubblicato il 
Aggiornato il